Torna alla Home di Articoli & Guide
Altre Foto

La Chiesa della Madonna di Montevergine

Meglio conosciuta come il Santuario dello Schiappone

Bisogna aspettare l’autunno, la fine della stagione estiva per conoscere l’"altra Ischia", quella lontana dai bagni e dalle "leggi" del turismo. La vendemmia poi rappresenta una vera e propria cesura, quasi un "rito di passaggio" dal tempo frenetico e lineare dell’estate, a quello lento, circolare dei mesi invernali. L’odore intenso del mosto, i colori dell’autunno, gli splendidi scorci che solo regala l’isola d’Ischia sono perciò il momento ideale per facili escursioni tra natura e arte.

Il versante sud-orientale dell’isola, quello ricompreso all’interno del triangolo Piedimonte-Fiaiano-Testaccio nel comune di Barano d’Ischia, è il compendio perfetto delle suggestioni fin qui evocate.

Non solo natura. Anche l’arte e il sentimento diffuso della fede hanno il loro posto, all’insegna della semplicità, tanto delle linee architettoniche che delimitano gli spazi, quanto delle tradizioni popolari che si ripetono immutate da generazioni.

La Chiesa della Madonna di Montevergine, meglio conosciuta come il Santuario dello Schiappone, vale perciò una visita. È un edificio della prima metà del ‘600 concepito come luogo di eremitaggio. Nei secoli ha subito diversi passaggi di proprietà con annesse ristrutturazioni senza però mai perdere il suo carattere rustico, popolare. Per dire, una sola navata a croce latina, con la cupola a botte all’incrocio del transetto, senza grandi opere d’arte, eppure in grado di trasmettere un’idea di maestosità, evidentemente del tutto slegata dalle dimensioni della struttura.


È il paesaggio tutt’attorno a essere straripante. Terrazze coltivate a vite, cellai e cantine praticamente ovunque, ruderi delle antiche case coloniche a testimonianza dell’architettura rupestre di Ischia. Non si riesce a cogliere l’intima bellezza di questa piccola chiesa, elevata a parrocchia nel 1953, se non in relazione alla bellezza del paesaggio circostante. Una natura faticosa, irta, ideale per mettere alla prova la profondità della fede dei pellegrini che ogni anno, l’8 settembre, in occasione della ricorrenza di quest’antichissimo culto mariano, si incamminano prima dell’alba da ogni lato dell’isola d’Ischia per raggiungere in processione il Santuario dello Schiappone, alle pendici del Monte Vezzi.   

Se non è la fede "il motore" che vi spinge, va benissimo indossare scarpe e abbigliamento tecnico e avventurarsi per il sentiero di Piano Liguori, da Campagnano (Ischia), o proprio per il sentiero del Santuario, uno dei quattro itinerari escursionistici realizzati all'inizio degli anni 2000 dal comune di Barano d'Ischia, con partenza dalla frazione del Vatoliere.

In entrambi i casi si arriva alla piccola Chiesa della Madonna di Montevergine. In entrambi i casi la meraviglia sarà il sentimento dominante della vostra passeggiata.

Provare per credere!!!

Orari delle Ss. Messe:
- invernale fest. 10.30
- estivo dom.10.30

Pronto Ischia è un servizio GRATUITO di ricerca e prenotazioni Hotel offerto da:
Secure Viaggi T.O.
Aut. Regione Campania n. 431 del 17/09/08
© Itiner s.n.c. P.Iva e CF: 05706061214
Via Nuova Cartaromana, 125 - 80077 Ischia (Na) Italia. - Tel. +39 081.1975.1975